Quando ti vidi mi innamorai e tu sorridesti perchè lo sapevi.
-William

27 gennaio 2011

Concerto per violino n.1 di Tchaikovsky

E poi dicono che la musica classica non è bella, beh forse sarebbe ora di cominciare ad ascoltarla e poi parlare. Non seguite chi lo dice, prima valutate voi stessi.
Un pezzo adatto a tutti, facilmente orecchiabile.
:)



18 gennaio 2011

Sogno di una notte di mezza estate

DEMONE
Salve, Spirito! Dov'è che vai errando?

FATA
Sui colli e sulle valli
nei boschi e nei roveti
sui parchi e sui recinti
per flutti e per fuochi,
della sfera della luna
più presta men vado.
E servo la Fata Regina,
irrorando di rugiada
le sue impronte sull'erba.
Le fan scorta i verbaschi
dalle vesti dorate
con macchie vermiglie -
rubini son questi,
cari doni delle Fate,
come efelidi profumate.
Stille di rugiada ho da cercare
le orecchie dei verbaschi ad imperlare.
Addio, Spirito villanzone. Me ne vado.
Sta giungendo con gli elfi la Regina.


-Atto secondo, scena prima di
"Sogno di una notte di mezza estate"-

William Shakespeare


16 gennaio 2011

Luna / Moon

Voglio volare lassù.
In qualche modo, non importa come. Non importa se so già che è impossibile.
Voglio arrivarci.
Come Peter Pan. Beh ma lui aveva la polvere di Fata e io non ce l'ho.
Però anch'io so sognare, forse quello basta. Almeno credo.
Voglio arrivare lassù e vedere tutto dall'alto. Da un punto in cui qualcuno ci è già stato però io voglio arrivarci in modo diverso.
Lo ripeto non so come. Ma lo devo fare.
Vedere il mio piccolo pianeta da lì sarebbe fantastico.
Alzare la mano in segno di saluto, pur sapendo che nessuno mai mi vedrà.
Salutare le amiche, la famiglia e chiunque veda da lassù.
Anche se lo farei rimarrei comunque una ragazza normale.
Beh ma sarei una ragazza sulla Luna e ciò sarebbe fantastico.

14 gennaio 2011

Muta come una foto





Ho trovato questa foto.
Voglio postarla.
Solo due figure, dicono tanto.

7 gennaio 2011

Antologia di Spoon River

Un bel regalo di Natale direi, l'Antologia di Spoon River.
L'autore Edgar Lee Masters negli anni 1914 e 1915 ha creato una raccolta di poesie su persone ora seppellite nel cimitero dell' ononima città.
Ora Sono arrivata più o meno a metà libro, ma voglio finirlo tutto, prima di dire quale poesia a mio parere è la migliore.
Per ora vi lascio solo quella iniziale, una specie di prefazione..

LA COLLINA
di Edgar Lee Masters


Dove sono Elmer, Herman, Bert, Tom e Charley,
L’abulico, l’atletico, il buffone, l’ubriacone, il rissoso?
Tutti, tutti dormono sulla collina.

Uno trapassò in una febbre,
Uno fu arso nella miniera,
Uno fu ucciso in una rissa,
Uno morì in prigione,
Uno cadde da un ponte lavorando per i suoi cari -
Tutti, tutti dormono, dormono, dormono sulla collina.

Dove sono Ella, Kate, Mag, Edith e Lizzie,
La tenera, la semplice, la vociona, l’orgogliosa, la felice?
Tutte, tutte, dormono sulla collina.

Una morì di un parto illecito,
Una di amore contrastato,
Una sotto le mani di un bruto in un bordello,
Una di orgoglio spezzato, mentre anelava al suo ideale,
Una inseguendo la vita lontano, in Londra e Parigi,
Ma fu riportata nel piccolo spazio con Ella, con Kate, con Mag -
Tutte, tutte dormono, dormono, dormono sulla collina.

Dove sono zio Isaac e la zia Emily,
E il vecchio Towny Kincaid e Sevigne Houghton,
E il maggiore Walker che aveva conosciuto
Uomini venerabili della Rivoluzione?
Tutti, tutti dormono sulla collina.

Li riportarono, figlioli morti, dalla guerra,
E figlie infrante dalla vita,
E i loro bimbi orfani, piangenti -
Tutti, tutti dormono, dormono, dormono sulla collina.

Dov’è quel vecchio suonatore Jones
Che giocò con la vita per tutti i novant’anni,
Fronteggiando il nevischio a petto nudo,
Bevendo, facendo chiasso, non pensando né a moglie né a parenti,
Non al denaro, non all’amore, né al cielo?
Eccolo! Ciancia delle fritture di tanti anni fa,
Delle corse di tanti anni fa nel Boschetto di Clary,
Di ciò che Abe Lincoln
Disse una volta a Springfield.
[da Spoon River Anthology]

6 gennaio 2011

Mi scuso


Mi scuso con te blog, è ben da 6 giorni che non ti scrivo.
Potevi anche pensare che mi fossi dimenticata di te.
Ma non è stato così, non potrei mai.
Questo blog è un po' il mio diario di viaggio, per non so quale meta.
Scusa blog, ma sono stata ammalata, a dir la verità sono ancora ammalata. Spero solo di guarire per tornare a scuola il 10, visto che ho anche una riunione dei rappresentanti. Mi dispiacerebbe proprio non andare.
L'esser ammalata mi impedisce pure di uscire in questi ultimi giorni di vacanza, l'altro giorno ho sfidato la sorte e sono uscita allo stesso. Beh non credo sia stata una buona idea. Forse era meglio se me ne stavo a casa.
Forse..
Però ho potuto finire di leggere "Alice nel paese delle meraviglie" e "Alice nello specchio", me lo son fatta regalare per Natale, davvero un bel libro. Ti confonde a causa delle stranezze dei personaggi. Però ti fa sognare proprio come Alice.
Mi è rimasto ancora il dubbio.. a sognare è stato il gatto o Alice? Non mi piacciono i finali aperti..