Quando ti vidi mi innamorai e tu sorridesti perchè lo sapevi.
-William

13 ottobre 2011

All you need is love. Love is all you need.

Tutto quello di cui hai bisogno è l'amore.
L'amore è tutto quello di cui hai bisogno.

Forse è vero. Forse avevano ragione i Beatles a cantare così anni or sono.
Forse.
Forse è proprio l'amore a rendere sazio l'uomo. Bianco o nero che sia. Che si trovi in qualsiasi luogo del mondo. Che sia al nord o al sub, magari anche al centro. Che sia di destra o si sinistra, o forse un po' assolutista. Che sia intelligente o stupido. O un vero Illuminista. Che sia un idealista o un "copione". Che sia originale o comandato.
Ripensandoci è l'unica cosa che lo accomuna. L'amore.
O forse no. Molti uomini non lo conoscono e non ne hanno bisogno.

O forse lo accomuna anche il vivere. Anzi ripensandoci no. Molti uomini non vivono, ma sono comandati a bacchetta.
Forse gli occhi, o forse no. Molti uomini li hanno persi per colpa di altri.
Forse i sensi, o forse no. Molti uomini percepiscono.
Forse il respirare, o forse no. Alcuni hanno bisogno di una macchina.
O forse l'essere liberi, certamente no. Nessuno è libero.
O forse .. la morte. Sì proprio quella. Quella sì che accomuna tutti gli uomini.
Indipendentemente da tutto. Prima o poi arriva.


Scrisse Seneca:
Dove ci porta la morte? Ci porta in quella pace dove noi fummo prima di nascere. La morte è il non-essere: è ciò che ha preceduto l'esistenza. Sarà dopo di me quello che era prima di me. Se la morte è uno stato di sofferenza, doveva essere così prima che noi venissimo alla luce: ma non sentimmo, allora, alcuna sofferenza. Tutto ciò che fu prima di noi è la morte. Nessuna differenza è tra il non-nascere e il morire, giacché l'effetto è uno solo: non essere.

L'uomo non è.