Quando ti vidi mi innamorai e tu sorridesti perchè lo sapevi.
-William

19 giugno 2012

Vorrei vivere con te per potermi svegliare coi tuoi dolci baci.
Vorrei vivere con te per accudirti e amarti.
Vorrei vivere con te per passare le giornate insieme.
Vorrei vivere con te in modo che tu non possa mancarmi mai.
Vorrei addormentarmi vicino a te, col tuo braccio sotto il capo, sentendo il tuo respiro nell'orecchio e le nostre mani legate.
Vorrei addormentarmi vicino a te, cosicchè i nostri sogni si uniscano.
Vorrei...

17 giugno 2012

Fear

Alcuni si offendono per cose da bambini, ma almeno loro lo fanno per dispetto. Non per davvero.
E' vergognoso come l'uomo passa da una sponda all'altra come meglio gli conviene. Cambiare idea continuamente, lasciarsi influenzare dagli altri, oppure prendere i modi di fare di chi comanda.
I giovani si vendono mentre i vecchi tradiscono.
Come si fa a non vedere paura di ciò?
Quel giorno è vicino, e quasi ho paura a uscire in bicicletta. Paura di morire o di farmi male per colpa di qualcuno. Paura di non tornare a casa e di trovarmi ammutolita da un fazzoletto. Paura di vedere l'azzurro del cielo e un minuto dopo esserci immersa.
Come può essere che a quest'età si ha paura?
Non dovrebbe esser così. Fatevene una ragione.
E' anche colpa vostra. 



14 aprile 2012

Ci dimentichiamo.

Ci dimentichiamo del nostro passato. Nessuno si ricorda com'era quand'era piccolo, e tutto era così semplice. Se lo può solo immaginare guardando come sono gli altri bambini e immaginando come sia per loro.
Ammirano la loro capacità di correre liberi, di parlare d'impluso senza conoscere troppe parole. La capacità di voler bene a qualcuno e quella di piangere. Piangono per attirare l'attenzione, vogliono l'attenzione su di loro. Senza non ne possono vivere. Però se nessuno gli presta attenzione rischiano di esser dimenticati e di morire soli.
Lo capiscono ancor prima di diventar grandi. Bisogna attirare l'attenzione per poter sopravvivere. Se non hai niente di speciale puoi anche sparire.

A nessuno importa di te se non hai seno, se non esci senza quasi niente addosso, se non vai in discoteca al sabato sera, se non fumi.
Oggi è così tra i giovani. Sono TUTTI uguali.
UGUALI.
Sono dei bambini. Bambini che copiano come in un compito in classe e la maestra è costretta a dividere i banchi.
Peccato che la maestra questa volta non c'è, e tutti copiano.

Pochi sono diversi da questi "tutti uguali". Ci dimentichiamo degli uguali.
Ricordiamoci dei diversi.
Hanno sicuramente qualcosa da nascondere.