Quando ti vidi mi innamorai e tu sorridesti perchè lo sapevi.
-William

12 dicembre 2010

_Lulù Delacroix


Un libro che unisce, all’interno di una sontuosa architettura narrativa, la dolcezza del "Piccolo principe", il fantastico di "Alice nel Paese delle Meraviglie" e l’inquietudine di "Pinocchio". Isabella Santacroce ci spalanca le porte di tutto il suo immaginario e ci trascina in un romanzo fi aba indimenticabile e senza tempo --- A Perfect City, dove tutto è ordine, armonia e bellezza, regole severe proibiscono ogni imperfezione. Nulla turba la vita senza difetti dei suoi abitanti. Per questo mondo di fi aba artefatta, terrorizzato da ogni forma di diversità, la piccola Lulù Delacroix rappresenta una minaccia. Di più, un’offesa inaudita. Perché Lulù non è una bambina come le altre: non ha i capelli, ha due occhi enormi, una pelle bianchissima e uno strano modo di esprimersi. Nessuno la accetta, neppure i genitori che per lei non conoscono dolcezza, tantomeno le sue sorelle Ada e Dolores che si divertono a tormentarla con giochi crudeli. Per questo la decisione è drastica: quella ragazzina è un mostro, spaventa le persone, non dovrà mai uscire di casa. Così Lulù si crea un universo privato per sopravvivere alla realtà che la rifiuta, fino a quando l’incontro con Mimì, una bambola con un braccio e un occhio solo, nel giorno del suo sesto compleanno la trascinerà nella più grande avventura della sua vita. Insieme dovranno raggiungere il Mondo del Mistero e, tra mille incontri e fantastiche acrobazie, sconfi ggere i pregiudizi, origine di ogni infelicità.

2 commenti:

  1. Bhe, la copertina mi inquieta parecchio...ma la storia non mi sembra male! In fondo, non è così anche la nostra società a volte?

    RispondiElimina
  2. Sì, questo è vero. Ora sono più o meno a metà libro. E' bellissim,o leggilo se ne hai occasione! :)

    RispondiElimina

Pensieri